Si firma col suo sangue un pittore per difendersi dai falsari

10 agosto 2013

(Per info: Io Donna del 10/08/2013)

Sembra che i plagiari di dipinti siano diventati così bravi da essere a loro volta copiati.
L'attività di falsificazione in campo pittorico non conosce limiti, nonostante le tecnologie scientifiche di verifica di un quadro, e dello stile del supposto grande pittore, siano divenute sofisticatissime. E le copie migliori provengano ancora una volta da plagiari orientali.
Gli artisti si difendono anche con idee originali, come appunto quella di mettere sempre una goccia del proprio sangue sulla tela, in modo da risalire all'autore in base al DNA. mentre altri inseriscono un capello o una ciglia.
A nostro avviso anche la crittazione di particolari codici materici potrebbe servire allo scopo.