Lotta all’Italian Sounding: un aiuto potenziale dalla nuova normativa UE

26 febbraio 2013

(Per info: Il Sole 24 ore del 26/02/2013 articolo a firma di Gaetano Forte – Studio Legale)

Il regolamento CE 1151/2012 in tema di regimi di qualità dei prodotti agricoli ed alimentari (entrato in vigore il 03/01/2013) è destinato a tutelare la qualità, che rappresenta peraltro l’elemento essenziale dei prodotti alimentari ed agricoli del nostro Made in Italy. Oltre ad abrogare e sostituire il regolamento n. 509/2006 (specialità tradizionali garantite) e n. 510/2006 (protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine), consente di poter impiegare facoltativamente termini idonei per consentire ai produttori di comunicare/spiegare il valore aggiunto di un loro prodotto. Attiva inoltre una protezione legale ex officio, che scatta quindi anche in assenza di denuncia di parte, oltre ad imporre agli stati membri la designazione di loro autorità responsabili della tutela dei prodotti nazionali ad indicazione geografica. Dovrebbe risultare significativamente più difficoltoso non solo contraffare, ma anche imitare le nostre “specialità tradizionali garantite”, definizione giuridica applicabile a prodotti creati con ricette e metodi di produzione tradizionali.