Vita dura in USA per chi copia: scattano mega-risarcimenti

31 dicembre 2012

(Per info: Il Sole 24 ore del 31/12/2012 articolo a firma Enrico Netti)

Una azienda vicentina, leader mondiale nella costruzione di attrazioni per parchi giochi ha citato tre aziende cinesi che avevano prodotto cloni dei suoi impianti, ottenendo un megarisarcimento di 138 milioni di dollari, in quanto qui manufatti clonati non soddisfano gli standard di sicurezza invece offerti dai prodotti imitati. Ma tale sentenza dovrà però essere recepita (enforcement nel paese del violatore) da un tribunale cinese, con il rischio di mettere a repentaglio l’incasso del mega-risarcimento.
A volte, per evitare tali inconvenienti, sarebbe preferibile una transazione tra le parti, come è successo nel caso di una importante brand del lusso italiano che ha scoperto che il suo dominio ed il suo nome erano stati registrati da un cinese, e che il mercato di riferimento del suo brand era di proporzioni milionarie.