Anche il monitoraggio delle Preferenze Generalizzate può aiutare a uscire dalla crisi

4 gennaio 2014

(Per info: Il Sole 24 Ore)

Come noto la UE rivede - quando necessario - il sistema di agevolazione dei dazi doganali previsto per agevolare le importazioni da paesi in via di sviluppo, PVS. Questo Sistema delle Preferenze Generalizzate (SPG), non basato su di un criterio di reciprocità, ha sicuramente consentito ai PVS di incrementare le vendite dei loro prodotti nei paesi industrializzati. Ma, a seguito della positiva evoluzione economica in alcuni di essi, ed in particolare dei paesi BRICS, la UE, con il regolamento 978/12 entrato in vigore questo anno, ha sostanzialmente ridimensionato il numero dei PVS beneficiari di tale regime di favore, escludendo, con modalità graduate nel tempo, Russia, Brasile, India, Sud Africa ed Argentina.
Non avrebbe infatti avuto più valida giustificazione economica continuare ad agevolarne la concorrenza con prodotti di produzione interna alla UE.